Comportamenti da seguire

 

 

Green Pass

Dal 1 settembre 2021, in base al DL 6 agosto 2021, n.111, per viaggiare in aereo su tutti i voli in partenza o arrivo negli aeroporti italiani è necessario essere in possesso di Green Pass (*) o certificati equivalenti. Si ricorda che, in base alla normativa in vigore, le compagnie aeree sono incaricate di effettuare il controllo del Green Pass per l'accesso ai propri servizi di trasporto.

*ad eccezione dei minori esclusi per età dalla campagna vaccinale (fino a 12 anni di età) e dei soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.

 

Dispositivi di protezione

Secondo le misure di contenimento del contagio da COVID-19 previste dalle disposizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Presidente della Regione Lazio, è obbligatorio, sull’intero territorio nazionale, avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie e il loro utilizzo nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private, inclusi i mezzi di trasporto.
N.B. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, le persone con patologie o forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i soggetti che interagiscono con i predetti.
Le norme tecniche sul settore aereo (ALL. 15 DPCM  02/03/2021) prescrivono ai passeggeri l’obbligo di indossare sull’aereo una mascherina di tipo chirurgico che andrà sostituita ogni 4 ore. L’utilizzo della mascherina chirurgica a bordo è da intendersi come requisito minimo del dispositivo di protezione. I passeggeri che ne fossero sprovvisti possono rivolgersi ai controlli di sicurezza.

 

Norme di comportamento a bordo e negli aeroporti

Come stabilito nelle “Linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 in materia di trasporto pubblico – Allegato tecnico sul settore aereo” (Allegato 15 DPCM 02/03/2021) dal 1 settembre al 31 dicembre 2021 l'accesso agli aeromobili è consentito esclusivamente ai soggetti muniti delle certificazioni verdi Covid-19. Tale misura non si applica per i soggetti esclusi dalla campagna vaccinale e ai soggetti esentati.

E' obbligatorio l’utilizzo della mascherina ed è raccomandato ove possibile il distanziamento interpersonale di un metro all'interno dei terminal e in tutte gli altri locali aeroportuali.

E' richiesta la misurazione della temperatura corporea e il controllo del Green Pass prima di accedere nelle aree sensibili dell'aeroporto e prima dell'imbarco. 

I vettori acquisiscono dai passeggeri una autocertificazione che attesti l'assenza di contatti con persone Covid-19 positive nei due giorni antecedenti l'insorgenza dei sintomi e fino a 14 giorni dopo l'insorgenza degli stessi (7 giorni nel caso di viaggiatori vaccinati). I passeggeri dovranno assumersi l'impegno di comunicare anche al vettore e all'Autorità sanitaria competente l'eventuale insorgenza di sintomi Covid-19 entro 8 giorni dallo sbarco.

Per ulteriori informazioni si invita a consultare la normativa vigenteil sito del Ministero della Salute  (in lingua italiana), il sito dell’OMS (in lingua inglese) e del Ministero degli Esteri dove trovare gli aggiornamenti relativi ai Paesi di destinazione.

Numero di pubblica utilità: 1500

 

LA TUA SALUTE È LA NOSTRA PRIORITÀ!

Si richiede a tutti i passeggeri di assicurarsi, prima dei controlli di sicurezza, di avere a immediata disposizione il Green Pass o certificato sanitario equivalente che, secondo le disposizioni vigenti, saranno verificati al gate d'imbarco unitamente al titolo di viaggio e al documento di identità.

 

 

Guarda il video per conoscere tutte le misure di sicurezza messe in atto da Aeroporti di Roma.

 

 

 

Notizie utili

 

  • Il drive in della Regione Lazio per eseguire i tamponi rapidi antigenici Covid-19, è situato presso il parcheggio Lunga Sosta accessibile tramite navetta gratuita. 
  • I controlli sanitari su tutti i passeggeri in arrivo e  in partenza  sono effettuati da addetti sanitari
  • Tutti i giorni dalle ore 24:00 alle ore 3:00 le aree partenze ed arrivi dell’aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci rimarranno chiuse al pubblico per consentire le necessarie operazioni di sanificazione degli spazi.
  • La Polizia di Frontiera è attivata affinché non si creino intasamenti ed assembramenti di passeggeri in transito alle prese con la compilazione dei moduli per l’autocertificazione.
  • I bar e i ristoranti rimangono aperti per garantire i servizi di ristoro per i passeggeri che transitano in aeroporto; Aeroporti di Roma informa altresì che le attività commerciali hanno momentaneamente ridotto la loro operatività. Potenziato inoltre il presidio dei distributori automatici affinché siano sempre adeguatamente riforniti e possano garantire un adeguato servizio.